Caffè defecato
3 novembre 2017
Caffè sulle ferite
28 novembre 2017

Come preparare il caffè francese con la tradizionale “french press”, per un caffè lungo ma dal sapore deciso ed intenso

Il caffè francese è solo una delle tante varianti di questa prelibata bevanda, che si prepara in modi differenti in ogni angolo del mondo. Per fare il caffè francese è necessaria la cosiddetta “french press”, cioè una particolare caffettiera a stantuffo. La preparazione del caffè francese è detta pressata, poiché il caffè macinato grossolanamente viene inserito all’interno di una caraffa, e successivamente bisogna aggiungere dell’acqua calda. Questa particolare caffettiera francese è formata da un cilindro di vetro ed un filtro appiattito, che è collegato al coperchio con un pistoncino di acciaio. Sul coperchio è presente un piccolo pomello nero con una semplice impugnatura.

Preparazione del caffè francese

Adesso scopriamo come preparare il caffè francese. All’interno della caffettiera a stantuffo dovete inserire il caffè macinato grossolanamente, trovando il giusto compromesso tra il caffè fine ed il caffè intero in grani. Successivamente dovete aggiungere l’acqua calda con lo stantuffo, il pistoncino d’acciaio, e premere con energia il caffè fino al fondo del cilindro. Fate attenzione a non far fuoriuscire il caffè e tenete pronta una caraffa per versarlo all’interno.

Il caffè francese ottenuto potrebbe sembrare ad un primo sguardo distratto molto simile al caffè lungo americano. Non fatevi ingannare, quando lo assaggerete scoprirete che il gusto è piuttosto diverso, molto più forte, denso e speziato rispetto al classico caffè lungo tradizionale. Quando i fondi si mescolano con l’acqua fanno fuoriuscire tutti gli oli essenziali contenuti nel caffè, che invece in genere vengono trattenuti dalle caffettiere tradizionali.

Volete portare Parigi a casa vostra? Vi consiglio allora di procurarvi una caffettiera francese, alias la “french press”, e scegliere il gusto da dare al vostro caffè. Per un caffè carico di caffeina vi suggerisco di utilizzare grani dal colore chiaro e non troppo tostati. Se invece volete un caffè con un livello medio di caffeina, utilizzate una tostatura maggiore con chicchi più scuri. Una minore torrefazione renderà il caffè più dolce, mentre una tostatura maggiore lo renderà più amaro.

Lascia un commento
Italiano